Archivi categoria: Brognaturo

Le nuove campane

Comunichiamo che è avvenuto il montaggio delle 5 nuove campane presso la chiesa di Maria SS della Consolazione

Commemorazione dei defunti

DopoOgnissanti è il momento di celebrare il Giorno dei morti, una ricorrenza della Chiesa cattolica che consiste nel raccogliersi in preghiera e commemorare tutti i fedeli defunti. Perché proprio il 2 novembre? Il motivo di questa data è da ricercarsi in un passato molto remoto, stiamo parlando di più di mille anni fa. La storia del Giorno dei mortiL’atto di commemorare i defunti in suffragio ha origine da un rito bizantino, per il quale il sabato prima della domenica di Sessagesima (la domenica che precede di due settimane l’inizio della Quaresima) venivano celebrati, appunto, tutti i morti. Tuttavia, questo rito veniva praticato in un periodo di tempo compreso tra la fine di gennaio e il mese di febbraio, e quindi lontano dal nostro 2 novembre.E allora come siamo arrivati a festeggiare il giorno dei morti all’inizio di novembre? Per rispondere a questa domanda dobbiamo andare in Francia, più esattamente nell’abbazia di Cluny nella regione storica della Borgogna. Qui viveva il benedettino sant’Odilone (961-1049), quinto abate di Cluny e ideatore della riforma cluniacense, con la quale venne stabilito tra le altre cose che per celebrare i defunti le campane dell’abbazia dovevano suonare con dei rintocchi funebri appena dopo i vespri del primo novembre. Non solo: infatti, si decise inoltre che il 2 novembre l’eucaristia sarebbe stata offerta “pro requie omnium defunctorum”, ossia in memoria di tutti i defunti.